Con Romagna Visit Card risparmi fino a 280 € per il tuo viaggio

  • slide1 home2018
  • slide2 home2018
  • slide3 home2018
  • slide4 home2018

COS'È LA ROMAGNA VISIT CARD

card

il pass per accedere
gratis o a sconto
ad oltre 130 siti turistici

scopri

mausoleo

55 siti culturali
ad ingresso gratuito

scopri

acquafan

  70 strutture a sconto:
benessere, intrattenimento natura

scopri

card kids

1 card gratis
dedicata ai bambini
fino agli 8 anni

scopri

Le novità del 2017

card digitalizzata per news novita

Le novità del 2017

02 marzo 2017

Da quest’anno la Romagna Visit Card arricchisce ulteriormente l’offerta del circuito sotto il profilo delle attrazioni naturalistiche, paesaggistiche e culturali: sale a 54 il numero dei siti culturali ad ingresso gratuito, grazie all’adesione quest’anno delle principali attrazioni di Comacchio e del ferrarese: la Casa Museo Remo Brindisi a Lido di Spina, il Museo Delta Antico e la Manifattura dei Marinati a Comacchio, la Casa delle Marionette di Ravenna, e il Museo Naté-Osservatorio Naturalistico di Poggio Torriana, oltre alle collezioni permanenti del MAR-Museo d’Arte della Città di Ravenna.

Riconfermati anche i principali siti culturali di Ravenna, Forlì, Cesena, Ravenna e Rimini: tra questi i fiori all’occhiello di Forlì e dintorni: primo fra tutti, la Mostra “Art Déco. Gli anni ruggenti in Italia” ai Musei San Domenico, poi la Pinacoteca Cittadina e le Collezioni del Novecento di Palazzo Romagnoli e ancora, la Fortezza di Castrocaro Terme e la Biblioteca Malatestiana di Cesena. Nel territorio ravennate, si conferma la possibilità di ammirare i patrimoni dell’Unesco: la Basilica di Sant’Apollinare in Classe e il Mausoleo di Teodorico, ma anche la Domus dei Tappeti di Pietra e il Museo nazionale.
E poi ancora la Domus del Chirurgo e il Museo della Città di Rimini, le bellezze della costa tra cui l’Antiquarium Comunale di Cesenatico, il Centro Visite delle Saline di Cervia, fino ai tesori dell’entroterra: l’Ecomuseo delle Erbe Palustri a Bagnacavallo, Il MET e Musas di Santarcangelo di Romagna, il Museo Baracca di Lugo, le Rocche di Brisighela e Riolo terme.

La Card permette inoltre di usufruire di sconti, agevolazioni e ingressi ridotti fino al 50% in oltre 60 siti convenzionati.
Il circuito cultura, di cui fanno parte, per citarne alcuni, l’Abbazia di Pomposa e il Museo Archeologico di Ferrara, la Casa delle farfalle, il Castello di Gradara e di Montebello, il Museo di Saludecio e del Beato Amato, e la Rocca Malatestiana di Cesena;
Il circuito benessere, che comprende tutte le strutture termali della Romagna
Il circuito dell’intrattenimento, con agevolazioni sui parchi tematici, eventi culturali, festival e spettacoli teatrali.

Ancora più ricca si presenta, poi, la proposta di escursioni nell’entroterra, con l’inserimento dei percorsi degli antichi pellegrini: in particolare, si potranno scoprire il Cammino di San Vicinio (sulle colline cesenati con arrivo e partenza da Sarsina), quello di Sant’Antonio (dal Santuario della Verna a Padova, passando, tra gli altri, per Rocca San Casciano, Modigliana e il ferrarese) e la Via Romea Germanica (uno dei tratti più suggestivi è proprio quello tra Santa Sofia e Ferrara), nei quali sono previste agevolazioni ed omaggi.

La Card, inoltre, suggerisce pratici servizi di trasporto per muoversi velocemente e con facilità tra le località promosse, come Romagna Smart Pass di START Romagna (nelle formule da 3 o 7 giorni), Shuttle C.RA.B., navetta che collega l’Aeroporto di Bologna con la Romagna, e Wild Bus, il Bus della Foresta della Lama, che attraversa il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.


 

StampaEmail

 1

Acquista la tua Romagna Visit Card, on line in versione digitale o nel punto vendita più vicino a te

Acquista

 2

Attiva la card con pochi clic e conserva l’sms o la ricevuta di attivazione

Attiva

 3

Mostra la card alle biglietterie per visitare le attrazioni e i siti culturali convenzionati

Scopri