Cripta Rasponi e Giardini Pensili - Ravenna

Nel cuore di Ravenna, all’interno del Palazzo della Provincia, a pochi passi dalla Tomba di Dante, tesori d’'arte e natura si fondono l’'uno con l’'altro dando vita a questo meraviglioso luogo che ha visto anche nascere l’'amore ravennate del poeta Lord Byron, durante il suo soggiorno in città, per la contessina Teresa Guiccioli.

Si tratta di un bellissimo giardino, ideale per trascorrere piacevoli momenti in mezzo al verde e per godere di una bella vista.
Al centro del giardino si erge una torretta neogotica con la cripta, il nucleo più antico conservatosi del complesso di Palazzo Rasponi, risalente con tutta probabilità alla fine del XVIII secolo.

La dimora gentilizia fu distrutta nel 1922 e completamente riedificata negli anni ’20 del Novecento come Palazzo della Provincia, su progetto dell'’architetto Giulio Ulisse Arata. La cripta si compone di tre vani. Il pavimento a mosaico è la parte più significativa della cripta, proviene da Classe, probabilmente dalla Chiesa di San Severo (VI secolo) e presenta motivi ornamentali e figure policrome di animali - anatre, oche, teste di arieti e serpenti – che svelano la sapienza dei maestri mosaicisti ravennati.

Usciti dalla cripta si sale fino al belvedere con vista su Piazza San Francesco. Si tratta di un giardino pensile dal quale si può accedere alla terrazza sopra il voltone: da qui si gode una bellissima vista panoramica.

Indirizzo

  • Indirizzo: Piazza San Francesco
  • Città: Ravenna (RA)

Contatti